Seleziona una pagina

Come rendere la persona protagonista

dei viaggi d’affari

Ciao, sono Grazia Maria, un’italiana della Sicilia.

Nel corso degli anni ho avuto modo di scoprire quanto mi piacesse migliorare le cose!

La mia missione è sviluppare le soluzioni più adatte per risolvere i problemi in cui si imbattono le organizzazioni nei loro processi e attività non strategiche. Miro al perfetto equilibrio tra tali processi e le esigenze delle singole persone, consentendo ai dipendenti di lavorare in modo produttivo, efficiente e con maggiore soddisfazione. Il mio obiettivo è ridurre gli ostacoli che rendono le attività non strategiche di un’azienda, ingombranti e inefficienti.

Le soluzioni proposte risultano efficaci e generano risultati duraturi. Il mio approccio esclusivo, che mescola gli strumenti organizzativi tradizionali tipici, come Lean e le metodologie di progettazione organizzativa, a metodi più moderni basati sul Design Thinking, si concentra su quale sia il vero problema, in modo da incanalare, su di esso, lo sforzo e l’attenzione. Con il coinvolgimento iniziale di ciascuna delle parti interessate e l’individuazione di soluzioni vantaggiose per tutti i soggetti, l’implementazione del progetto risulterà molto più rapida, come pure i tuoi successi. Io guardo a tutte le fasi della procedura (senza tralasciar nulla), offro quick win assieme a risultati nel lungo periodo, predisponendo i meccanismi per un ciclo di miglioramento costante nel tempo.

I dipendenti possono dunque concentrarsi su ciò che è più importante: il core business.

I miei superpoteri

I miei

superpoteri

Nel corso degli anni ho avuto modo di lavorare su diversi progetti, che andavano dalla riprogettazione delle policy, all’ottimizzazione dei costi, al miglioramento dei processi in molte aree non strategiche di una struttura aziendale, ottenendo benefici superiori al 5% -10% annui, attraverso ciò che intendo per rendere la persona protagonista nell’organizzazione dei viaggi d’affari.

\

Progetti caratterizzati da un orizzonte temporale ragionevole

e azioni specifiche volte a risolvere i punti deboli affrontando i reali bisogni delle persone implicate.
\

Partecipazione di tutti i soggetti interessati, fin dalle prime battute

Nessun ruolo-chiave viene trascurato. Al contrario: ciascuno è coinvolto attraverso la partecipazione attiva al processo, facilitandone l’approvazione finale.
\

Migliore controllo dei costi. Dunque, risparmio

\

Maggiore soddisfazione e coinvolgimento da parte dei dipendenti

Le soluzioni finiscono per essere ampiamente approvate e implementate in maniera più rapida.

Al giorno d’oggi: Come rendere la persona protagonista nell’organizzazione dei viaggi d’affari

Trascurato in molte realtà aziendali, il Business Travel è spesso fonte di sprechi e di lavoratori insoddisfatti. Le molteplici interconnessioni tra i vari reparti si ripercuotono in maniera sensibile sull’organizzazione stessa e sui dipendenti. Quando si progetta la Travel Policy non si tiene quasi mai conto dello stress, dei sacrifici o del tempo personale [tutto ciò può condurre a congedi per malattia, scarso rendimento, ecc.]. Sviluppando, invece, soluzioni per il Business Travel si riescono ad impiegare efficacemente le risorse, a realizzare viaggi efficienti dal punto di vista dei costi ed ottenere dipendenti felici.

Come sono arrivata fin qui

La mia storia d’amore nei confronti del modo in cui organizzazioni e processi aziendali funzionano risale a diversi anni fa, quando, appena laureata, entrai in Procter & Gamble, a Roma. Lì, tutte le teorie che avevo studiato prendevano vita davanti ai miei occhi.

L’amore non è mai svanito; piuttosto si è arricchito di nuovi significati, di nuovi strumenti e prospettive.

Un’esperienza breve ma intensa in una Internet start-up (1999-2001) cui, poi, ha fatto seguito un lungo periodo in Vodafone Italia, dove ho avuto la mia “prima” epifania.

 

Espandere i confini

Professionalmente nata come responsabile del Controllo, poi mutata in responsabile Acquisti, nei miei anni in Vodafone ho sviluppato una passione per i processi aziendali e l’efficienza. Ho anche iniziato a sviluppare una più ampia comprensione della componente “umana” delle organizzazioni e di come ciò influenzi, in maniera profonda, il modo in cui le organizzazioni stesse lavorano ed operano.

Aver preso parte a molti programmi di innovazione mi ha aiutato a perfezionare ulteriormente le mie competenze in tale ambito, aggiungendo alle mie solide abilità analitiche (sì, trovo Excel, sexy!!!), capacità di gestione dei progetti, nonché una nuova dimensione della guida ai cambiamenti culturali e organizzativi di un’impresa.

Negli ultimi anni ho ulteriormente espanso i miei confini e ho aggiunto, alla mia laurea in Economia e Commercio presso l’Università LUISS di Roma, una certificazione in Project Management (Prince2), Change Manager (APMG International) e sono diventata un “facilitatore” del Design Thinking.

 

 

 

Al giorno d’oggi: Come rendere la persona protagonista nell’organizzazione dei viaggi d’affari

Trascurato in molte realtà aziendali, il Business Travel è spesso fonte di sprechi e di lavoratori insoddisfatti. Le molteplici interconnessioni tra i vari reparti si ripercuotono in maniera sensibile sull’organizzazione stessa e sui dipendenti. Quando si progetta la Travel Policy non si tiene quasi mai conto dello stress, dei sacrifici o del tempo personale [tutto ciò può condurre a congedi per malattia, scarso rendimento, ecc.]. Sviluppando, invece, soluzioni per il Business Travel si riescono ad impiegare efficacemente le risorse, a realizzare viaggi efficienti dal punto di vista dei costi ed ottenere dipendenti felici.

Come sono arrivata fin qui

La mia storia d’amore nei confronti del modo in cui organizzazioni e processi aziendali funzionano risale a diversi anni fa, quando, appena laureata, entrai in Procter & Gamble, a Roma. Lì, tutte le teorie che avevo studiato prendevano vita davanti ai miei occhi.

L’amore non è mai svanito; piuttosto si è arricchito di nuovi significati, di nuovi strumenti e prospettive.

Un’esperienza breve ma intensa in una Internet start-up (1999-2001) cui, poi, ha fatto seguito un lungo periodo in Vodafone Italia, dove ho avuto la mia “prima” epifania.

Espandere i confini

Professionalmente nata come responsabile del Controllo, poi mutata in responsabile Acquisti, nei miei anni in Vodafone ho sviluppato una passione per i processi aziendali e l’efficienza. Ho anche iniziato a sviluppare una più ampia comprensione della componente “umana” delle organizzazioni e di come ciò influenzi, in maniera profonda, il modo in cui le organizzazioni stesse lavorano ed operano.

Aver preso parte a molti programmi di innovazione mi ha aiutato a perfezionare ulteriormente le mie competenze in tale ambito, aggiungendo alle mie solide abilità analitiche (sì, trovo Excel, sexy!!!), capacità di gestione dei progetti, nonché una nuova dimensione della guida ai cambiamenti culturali e organizzativi di un’impresa.

Negli ultimi anni ho ulteriormente espanso i miei confini e ho aggiunto, alla mia laurea in Economia e Commercio presso l’Università LUISS di Roma, una certificazione in Project Management (Prince2), Change Manager (APMG International) e sono diventata un “facilitatore” del Design Thinking.

 

se

  • La tua organizzazione è intrappolata dalla burocrazia e da processi inefficienti, il tempo e le risorse vengono sprecate nella gestione delle attività non strategiche?

se

  • Le decisioni sono prese troppo lentamente e all’organizzazione mancano le opportunità di crescita?

se

  • I tuoi dipendenti non capiscono dove è diretta la tua organizzazione e sono diventati irritabili non mostrando, per l’azienda, la dedizione che vorresti vedere?

se

  • Vuoi mantenere lo slancio in corso?

Contatta Grazia Maria Giordano

12 + 11 =

se

  • La tua organizzazione è intrappolata dalla burocrazia e da processi inefficienti, il tempo e le risorse vengono sprecate nella gestione delle attività non strategiche?

se

  • Le decisioni sono prese troppo lentamente e all’organizzazione mancano le opportunità di crescita??

se

  • I tuoi dipendenti non capiscono dove è diretta la tua organizzazione e sono diventati irritabili non mostrando, per l’azienda, la dedizione che vorresti vedere?

se

  • Vuoi mantenere lo slancio in corso?

Contatta Grazia Maria Giordano

11 + 3 =